Travestimenti: l’importanza del gioco di ruolo per i bambini

Giocano a travestirsi? Che gioco stupido! Ma pensano davvero di essere dei supereroi? Che stupidi!
Sono frasi sentite durante alcune feste, da mamme e non.

Sai che il gioco è fondamentale per la crescita sana di un bambino?

Se non ci prendiamo cura di questo diritto cresceremo una generazione di adulti fragili.

Viviamo in un tempo e in una società che corre. Siamo un popolo sempre di corsa. Abbiamo mille cose da fare e poco tempo libero. E ancor meno, abbiamo del tempo vuoto.
Che cos’è il tempo vuoto?
È un tempo in cui non abbiamo nulla da fare.
Noi adulti ne abbiamo pochissimo. E i bambini ne hanno ancor meno.

Il tempo dedicato alla scuola è molto lungo, dalle 8 del mattino fino alle 4 del pomeriggio (spesso inizia prima e termina dopo, con pre e post scuola). In questo tempo di scuola i bambini hanno veramente poco tempo dedicato al gioco, soltanto qualche ora. Dopo scuola spesso hanno un’attività sportiva, musicale o didattica in cui sono impegnati. Tornano da scuola e c’è il momento dedicato ai compiti e allo studio, poi c’è la cena, un momento di relax e poi a letto. La giornata finisce e il giorno seguente ne ricomincia una uguale.

In questa giornata lunga 24 ore il tempo vuoto di un bambino è di circa 3 o 4 ore, se va bene.
È un tempo davvero troppo poco per poter giocare, leggere, sperimentare o semplicemente far niente o annoiarsi.

Di chi è la colpa?
Di tutti. Della società in primis, che ci costringe a correre per produrre sempre di più e più velocemente, con tempi dedicati al lavoro sempre più lunghi e quindi tempi dedicati ad altro sempre più brevi.
E impegnato l’adulto, impegniamo anche il bambino. Un po’ per necessità e un po’ per scelta.

 

Ma i bambini, tutti i bambini, dai più piccini di 1/2 anni fino a quelli di 12 anni, hanno bisogno di tempo vuoto.

Hanno bisogno di avere del tempo vuoto in cui poter giocare, sperimentare, stare da soli e fantasticare

 

Torniamo quindi alla frase sopra: “che cosa stupida mascherarsi e credere di essere quel personaggio mascherato”.

Cosa c’è di FALSO in questa frase?
Per prima cosa che giocare a mascherarsi non è stupido e credere di esserlo lo è tanto meno.

Perché?
Perché rispondono ad un bisogno naturale del bambino.

Nella fascia d’età che va dai 3 ai 6/7 anni la dimensione fantastica è la dimensione reale.
In questa dimensione fantastica “io sono un supereroe e tu sei un cane, il mio cane, e io ti porto in giro volando”.
In questo spazio di tempo la dimensione fantastica è reale. In questo momento tu sei davvero un cane e io sono davvero un supereroe.
Questo aspetto che sembra banale e talvolta stupido, è fondamentale per lo sviluppo psicologico del bambino.
Questo perchè in questa dimensione fantastica i bambini esplorano il mondo, loro stesi e le proprie emozioni, esorcizzano le paure, quelle più visibili come quella del buio o del temporale, ma anche le paure più profonde, come quelle dell’abbandono o del distacco.
Affrontano dolori e problemi, dalla perdita del dentino all’arrivo del fratellino.

Inoltre il gioco sviluppa moltissime capacità utili al bambino quando sarà adulto.
Quali?
Vediamole insieme:

  • Fisiche -> per giocare a fare il ballerino o il vigile del fuoco, il bambino affina le sue capacità fisiche e impara a muoversi nello spazio utilizzando il suo corpo, a stare in equilibrio, a correre evitando ostacoli, a fare capriole e ad arrampicarsi.
  • Sociali -> giocando i bambini imparano a stare in contatto con gli altri e a mettersi nei panni degli altri, sviluppando l’empatia, capacità fondamentale per la relazione con l’altro.
  • Comunicative -> il gioco con se stessi e con gli altri si fa ad alta voce, quindi si stimolano le capacità verbali, le tecniche di comunicazione e si migliora il vocabolario.
  • Creative -> più si gioca più si crea. Creando storie e giochi, si stimola moltissimo la propria fantasia.

 

Per tutti questi motivi è importante ritagliare del tempo vuoto per far giocare liberamente i bambini.
Giocare a travestirsi e giocare a interpretare qualcuno o qualcosa.
Il gioco è un diritto dei bambini ed è anche un dovere degli adulti fare in modo che abbiano il tempo per giocare.

 

Ecco perché quando apro la mia valigia dei travestimenti alle feste, lascio sempre decidere ai bambini cosa vogliono indossare, cosa vogliono essere e a cosa vogliono giocare. E prima del gioco tutti insieme, c’è sempre un momento di gioco libero, in cui ognuno può lasciarsi andare e creare la sua realtà fantastica.

Durante le animazioni lunghe, come i matrimoni o gli eventi aziendali, il tempo per il gioco simbolico è molto più lungo e quindi lasciamo che la fantasia ci trasporti tutti in un mondo diverso, dove uno scivolo diventa una nave e tutti ci catapultiamo in un mare agitato, che grazie ai nostri poteri uniti insieme si calmerà. E la fantasia di un altro prende piede, la realtà cambia e intrecciamo le nostre fantasie creando meravigliose storie e avventure.

 

Vuoi far vivere una magica avventura anche al tuo bambino?
Scrivici a info@polveredifata.com e prenotaci per la tua festa!

2018-11-06T20:01:33+00:00novembre 6th, 2018|Blog|
error: Contenuto Protetto