Qualche mese fa sono stata contattata da radio Lombardia per un’intervista radiofonica. Erano alla ricerca di figure professionali innovative del mondo bimbi e matrimoni, e mi hanno chiesto se volevo partecipare al programma.
Il caso ha voluto che proprio in quel periodo sono stata contattata anche da Claudia, un’amica, una collega e una bravissima professionista, a parlare come ospite all’interno del suo podcast.
Nel giro di qualche giorno sono quindi stata intervistata da due professionisti diversi per parlare del mio lavoro come animatrice all’interno degli eventi.
Che cosa mi hanno chiesto e di cosa abbiamo parlato durante le due interviste?
Ve lo dico a breve!

Prima vi chiedo.. sapete

che cos’è un podcast?

Io, ad esempio, proprio non ne avevo idea e ho dovuto farmi spiegare da Claudia che cosa fosse.
Cos’è? è sostanzialmente un argomento raccontato a una o più voci della durata di 10 minuti circa. Come un video ma senza il video, perché si ascolta soltanto. Il bello di un podcast è che lo puoi scaricare sul telefono (o altro dispositivo) e ascoltare successivamente.
Appena ho capito cosa fosse, ho pensato subito all’utilità del “dispositivo” in quanto può essere davvero un’ottima alternativa alla radio per chi, come me, percorre grandi distanze o comunque trascorre molto tempo in viaggio.

Ma cosa fa Claudia e cosa racconta all’interno dei suoi podcast?
Ancora non lo sapevo, anche perché lei mi ha chiamato molto prima di quando ha iniziato a pubblicare questi audio.
Come funziona il podcast di Claudia l’ho poi scoperto in “diretta” in un pomeriggio soleggiato in centro Milano, quando sono stata nel “suo” studio di registrazione a registrare il podcast.
Ho scoperto che Claudia racconta piccole e grandi sfaccettature del matrimonio, dal punto di vista dei singoli professionisti che creano un certo tipo di servizio, e lo fa intervistandoli.
Quindi ogni settimana, ascoltando il suo podcast, si può ascoltare l’intervista ad un professionista diverso che racconta alcune cose note, e meno note, della sua professione e del servizio che offre.
E questa cosa che, se ci penso è di una semplicità assoluta, è magnifica!

Grazie a Claudia e al suo podcast ho scoperto fantastici professionisti!

Ad esempio, in quello stesso pomeriggio, a fare l’intervista prima di me c’era Giada Denise, una consulente d’immagine, che nel giro di 3 secondi mi ha detto “non è il tuo colore, tu sei una autunno-freddo o inverno caldo!” (non ricordo bene). Nel giro di 3 secondi ho scoperto che i colori accendono o spengono il colorito della propria pelle, che due colori accostati possono star bene a me ma non ad un’altra persona, che la maglietta che indossavo, il colore, mi sbatteva troppo e che ero una stagione calda o fredda.
Ho scoperto cose di cui non conoscevo l’esistenza e ho subito pensato di volere una Giada Denise sul comodino, pronta ad aiutarmi ogni mattina con l’outfit della giornata. (Infatti sono in trepidante attesa che faccia il suo famoso workshop a Milano).

Ma torniamo a noi e alla mia intervista alla radio e nel podcast della wedding planner più pink del pianeta.

Che cosa mi hanno chiesto?

Mi hanno fatto raccontare la mia esperienza come animatrice ai matrimoni.
Ho raccontato chi sono, cosa faccio e come lo faccio. Ho raccontato qual è la formula vincente per intrattenere i bambini di oggi all’interno degli eventi e del motivo per cui non li puoi lasciare da soli a giocare per tutta la giornata.
Del motivo chiave per cui è necessario un servizio di intrattenimento dei bambini al matrimonio, del motivo per cui consiglio sempre almeno 2 animatrici, delle preoccupazioni dei bambini il giorno del matrimonio, che non sono le stesse degli adulti.

Poi Claudia ha continuato l’intervista ponendomi molte domande sui bambini al matrimonio, come ad esempio:
Come si organizza la giornata dei bambini al matrimonio?
Il menù bimbi è utile? Tavolo bimbi si o no? Quali sono le tempistiche del pasto dei bambini? I bambini mangiano nella stessa sala degli adulti o in un altro spazio?
Qual è il numero minimo dei bambini per cui è utile avere l’animazione al matrimonio?
Come passano il tempo i bambini durante il matrimonio?
Quanto tempo è utile avere l’animazione dei bambini?
Che caratteristiche deve avere una location per poter ospitare i bambini?
Perché la location dovrebbe essere molto felice e positiva di avere l’animazione dei bambini al matrimonio?

Cosa ho risposto io a tutte queste domande?

Beh.. l’intervista alla radio è ormai passata, ma puoi ancora scoprirlo ascoltando il podcast di Claudia!
Non devi scaricarti alcuna app, basta utilizzare la app podcast del telefono, andare su youtube oppure direttamente sul suo sito internet coloratodipink.com.
Per ascoltare la mia intervista al podcast puoi cliccare direttamente qui

Fammi sapere cosa ne pensi!
Perché quello che ti posso dire io è che, modestia a parte, mi è proprio piaciuto essere intervistata e raccontarmi alla radio e in un podcast. Ci sono sicuramente meno problemi di quando faccio i video su instagram e pensavo di impappinarmi molto più spesso, invece è stato come chiacchierare davanti ad un caffè con qualsiasi persona mi capita di chiacchierare e parlare del mio lavoro.
è stata davvero una bella esperienza.. che mi piacerebbe molto rifare! 😀
Anche perché poi se uniamo l’utile al dilettevole, tutto si fa davvero più interessante e bello!

Se desideri fare anche tu una chiacchierata con me e approfondire l’argomento, non esitare a contattarmi!
Scrivimi un’email a info@polveredifata.com o un whatsapp al 3456303269, fissiamo un appuntamento, ci gustiamo un buon caffè e chiacchieriamo sull’animazione dei bambini da fare alla tua festa.