Che cosa vuoi tu per il tuo matrimonio?

Qualche settimana fa sono stata contattata da Silvia per la festa di compleanno della sua bambina di 8 anni.

Quando mi ha chiamata mi ha detto “mi ha parlato benissimo di te Valeria, una mia cara amica”

Chiacchierando con Silvia della festa di Ludovica, non ho pensato tanto a chi potesse essere Valeria, mi capita molte volte che mi venga detto “mi ha consigliato te Pinca Pallina” e spesso mi ricordo la persona, altre volte invece l’ho purtroppo dimenticata.
Sono trascorsi quasi 6 anni dalla nascita di Polvere di Fata, è normale quindi che non ricordi proprio tutte le persone con cui sono entrata in contatto.

Sabato c’è stata quindi la festa di Ludovica e il suo pigiama party al contrario.
Sì, perché al posto di festeggiare il pomeriggio e passare insieme la notte per poi salutarsi la mattina dopo, la festa è iniziata la sera alle 9 con un film e una notte passata a dormire una accanto all’altra nel sacco a pelo (anche se in realtà quasi totalmente a chiacchierare).

Il sabato mattina, sono stata da loro e ho preparato tutto l’occorrente per l’animazione.
Alle 10 sono arrivati i primi ospiti, principalmente adulti, e la mattinata è trascorsa serena.

Ludovica voleva un pigiama party con tutto ciò che ha visto nei film nel corso degli anni e quindi ho realizzato un’animazione che potesse contenere tutti i suoi desideri.

Abbiamo iniziato preparando la colazione, ognuna ha decorato la propria cupcake e quelle per gli ospiti.
Con creme al cioccolato e dai mille colori hanno creato dei veri capolavori, degni dei migliori cake designer!
Hanno una manualità pazzesca!

Dopo colazione siamo passate ai giochi, ai balli con travestimenti e sfilata di moda!
Terminata la mattina ci siamo godute il brunch con pannocchia e club sandwich per poi continuare con le attività previste.

Successivamente ci siamo calmate e rilassate con un’attività più tranquilla: ogni bimba si è trasformata in una giovane stilista.
Hanno infatti creato delle meravigliose magliette colorate con i pennarelli per la stoffa e poi decorate con brillantini, stoffe e bottoni.
Erano veramente delle bellissime magliette.
La festa è continuata poi con balli e canti, torta e regali.

A fine festa ho incontrato Valeria.

Ho scoperto lì, sabato, a fine festa, che Valeria è stata una delle tante ragazze che mi ha scritto per avere informazioni e una proposta di animazione dei bambini da effettuare al suo matrimonio.

A Valeria era piaciuta molto la mia proposta, ci eravamo incontrate e le ero piaciuta come persona e professionista.
Solo che però, al momento di decidere cosa fare, è stata convinta a scegliere un’agenzia che costasse meno e le offrisse un programma differente.

Al suo matrimonio erano presenti 10/12 bambini di varie età e tantissimi animatori le avevano detto che soltanto una persona sarebbe riuscita a gestire i bambini.
Mi ha detto che io ero l’unica che le avevo fatto un discorso differente.
Al momento della decisione però, il futuro marito, la mamma, la suocera e le tante persone che ruotavano intorno alle varie decisioni per il matrimonio, le hanno fatto fare una scelta differente da quella che avrebbe voluto fare lei.

Il giorno del suo matrimonio si è pentita della scelta fatta.

L’animatrice era carina, è arrivata puntuale e ha iniziato l’animazione regalando palloncini ai bambini.
Come d’accordo ha preso i bambini e se li è portati a giocare per tutto il tempo dell’aperitivo.

Il primo problema è sorto al momento del pranzo: il tavolo dei bambini si trovava in mezzo alla sala ricevimento.
Questo ha creato fin da subito delle difficoltà.
I bambini andavano e venivano dal tavolo da pranzo creando disagio a tutti, principalmente ai camerieri che hanno rallentato molto il servizio.
I bambini inoltre sono rimasti seduti a tavola per pochissimo tempo, poiché l’animatrice non è riuscita a gestire il momento del pranzo.

Successivamente i bambini sono usciti in giardino e il clima si è rasserenato.

Ad un certo punto, mentre ballavano, si è accorta che c’erano tanti bambini in sala insieme a loro.
Erano per lo più i bambini più piccoli di 2, 3 e 4 anni, quelli per cui avevano principalmente preso il servizio di animazione.
Ha messo da parte i balli, riunito i piccoli insieme a qualche amica e sono andati alla ricerca dell’animatrice.
L’hanno trovata sul prato con solo qualche bambino.
Ce n’erano alcuni che giocavano in un angolo col telefono e altri sul prato che facevano altro.

Il secondo problema è nato dal fatto che l’animatrice non accompagnava i bambini ai servizi igienici o dalla mamma, quindi questi andavano da soli, finendo poi per restare nella sala in cui c’erano gli adulti o girovagavano da soli per la location.

In quel momento ha compreso perfettamente la differenza del mio servizio.

Dopo che ha riportato i bambini dall’animatrice, il problema si è ripresentato dopo poco.
Alcuni genitori hanno riaccompagnato i bambini, ma hanno capito il terzo problema in corso: l’animatrice non riusciva a coinvolgere adeguatamente tutti i bambini, ignorava i più piccoli e non riusciva a gestire i più grandi. Con conseguenza che i bambini la lasciavano per andarsene a giocare da soli o a ballare con gli adulti.

Mi ha raccontato questo aneddoto per dirmi che si era pentita molto della sua scelta e che avrebbe tanto voluto aver scelto me e il mio servizio di animazione.

Quando preparo una proposta di animazione per un qualsiasi evento, prendo in considerazione ogni aspetto della festa: lo spazio e l’ambiente, la durata, il numero dei bambini e le singole età, il carattere dei bambini e il tempo atmosferico.

Tutti questi fattori, messi insieme, mi danno il quadro generale della situazione e io posso creare una proposta di animazione.

Quindi quando dico che con 10/15 bambini di età molto diverse tra loro c’è bisogno di 3 animatrici, non lo faccio perché lancio numeri a caso, ma perché ho studiato il tuo problema e ho creato la soluzione migliore per te.

Sì è vero che ci sono tante, tantissime animatrici che ti dicono che non sono necessarie 3 animatrici per intrattenere 15 bambini tra i 3 e i 10 anni.

Sì, puoi affidarti soltanto ad un’animatrice che intrattiene da sola 15 bambini per 5 ore.

Ma sai, ti dirò di più, puoi anche fare a meno perfino dell’intrattenimento dei bambini al tuo matrimonio!

Tutto dipende da ciò che vuoi tu per il tuo matrimonio.

5 MOTIVI PER CUI NON SONO LA SOLUZIONE ADATTA A TE:

  1. Se cerchi qualcuno che resta con i bambini tipo una babysitter.
  2. Se cerchi qualcuno che porta il gonfiabile, si siede e non fa altro che guardare che i bambini non si facciano male.
  3. Se cerchi qualcuno che intrattiene, in qualche modo, tanti bambini di diversa età
  4. Se vuoi soltanto un servizio di animazione con giochi e attività, senza che ci si occupi anche delle necessità e della sicurezza dei bambini
  5.  Se desideri attività standardizzate uguali a tutti gli altri matrimoni

QUANDO SONO LA SOLUZIONE PIÙ ADATTA A TE?

  1. Quando desideri avere un servizio di animazione costruito sulle tue esigenze.
  2. Quando vuoi/puoi permetterti di rilassarti e goderti il tuo matrimonio, perché sai che i bambini sono felici e al sicuro
  3. Quando cerchi un’animazione che sia a misura di bambino e adatta ai bambini presenti.
  4. Quando vuoi un servizio a 360° che comprende anche l’assistenza durante il pasto, le visite ai servizi igienici, il cambio pannolino/vestitino, cura durante la nanna, attenzione e sorveglianza continua di ogni bambino per tutta la durata del servizio.
  5. Quando desideri un coinvolgimento naturale e attivo dei bambini con giochi e attività pedagogiche che stimolano i sensi, le capacità e i talenti di ciascun bambino.

Ti ritrovi in questi ultimi 5 punti?

Scrivimi un’email a info@polveredifata.com o un messaggio what’s app al 3456303269

Ti risponderò dandoti maggiori informazioni sul mio servizio di animazione pedagogica.

Possiamo poi fissare un appuntamento, conoscerci e parlare del servizio più adatto a te. 😉

Un abbraccio,

Chiara

2018-02-12T17:44:18+00:00 gennaio 23rd, 2018|Blog|
error: Contenuto Protetto